Recensione: Imperfetti Innamorati di Tarducci e Trodella

mercoledì 5 ottobre 2016

Imperfetti Innamorati di Loretta Tarducci ed Elisa  Trodella: Recensione  



Buon mercoledì cari lettori! Questa settimana voglio parlarvi di  "Imperfetti Innamorati" del duo Loretta Tarducci ed Elisa Trodella. 
Premetto già che non ho letto il loro romanzo d'esordio"Scusa ma ti amo troppo" e dopo aver letto "Imperfetti innamorati" sono indecisa se leggerlo oppure no. 

 


        Titolo: Imperfetti Innamorati
·                     Autore: Trodella- Tarducci
·                     Casa editrice: Newton compton editori
·                     Numero pagine: 221
·                     Lingua: italiana
·                     Da acquistare o no?  no










Trama:  

Sono trascorsi vent’anni. Stella, psicologa, e Giulio, avvocato di successo, si amano ancora. Anche troppo, secondo la figlia, che li paragona ad alieni venuti da Marte. Lei, Felicia, ha diciannove anni. È intelligente ed esuberante proprio come la nonna, dalla quale ha ereditato nome e temperamento. Ma un particolare la divide da lei: non crede nell’amore. Qualcosa però nelle sue rigide convinzioni è destinato a cambiare… Una sera riceve un messaggio da uno sconosciuto, un messaggio che pare arrivare per sbaglio, e la sua vita prende una piega inaspettata. Felicia non sa cosa fare ma alla fine, quasi per divertirsi, risponde. E da lì ha inizio il gioco… Agli occhi del fratello gemello, geloso e possessivo, è una pazza. Le amiche di sempre invece la supportano. E chissà che quell’errore non sia destinato a trasformarsi in una magia…


La mia recensione:  

ATTENZIONE SPOILER!

Presentato come seguito di "Scusa ma ti amo troppo" (libro che non ho letto e che probabilmente non leggerò),  "Imperfetti Innamorati" racconta la storia della diciannovenne Felicia -figlia di Stella e Giulio- una protagonista che non ho amato affatto, non è arrivata - per fortuna!- ai livelli di Tessa, protagonista di After, ma ci siamo quasi. Non ho capito come mai venga presentato come un seguito dato che Stella e Giulio sono personaggi quasi marginali.
Felicia ha un fratello gemello, Pietro, che studia veterinaria a Perugia, un po' troppo protettivo nei  confronti della sorella, ma non ci ho dato molto peso anzi l'ho trovato dolce e premuroso, Felicia invece dopo il diploma non ha idea di quale sia la sua strada: viene detto che al liceo eccelleva in tutte le materie e che sia normale la sua indecisione. Normale si, ci può stare prendersi un anno sabbatico per decidere il proprio futuro, ma io mi sono chiesta "perché non si trova un lavoro?" " Perché non parte per un viaggio alla scoperta della sua identità?". Non ho idea del perché non lo faccia - eppure i soldi non dovrebbero mancarle la madre è psicologa e il padre avvocato- ma no, lei se ne sta in casa preoccupandosi dei suoi amati tacchi (mai scendere dai trampoli!) e degli aperitivi con le amiche. Fortuna la madre che le propone di sostituire la sua segretaria andata in maternità. Qui ho pensato che forse sarebbe diventata più seria e invece no! Se ne va in giro per il paese, lasciando bigliettini di scuse, o interrompendo le sedute dei pazienti.. della serie: non solo sono fortunata ad avere un lavoro in un periodo di crisi, ma me ne vado quando voglio tanto il capo è mia madre! Ma lasciamo perdere, facciamoci un bel aperitivo per dimenticare.È proprio durante un aperitivo che Marco -protagonista maschile sulla trentina dal passato poco chiaro non nel senso di misterioso, non viene proprio descritto- le scrive  un messaggio alquanto esplicito, ovviamente aveva sbagliato numero. Felicia, supportata dalle amiche, decide di continuare a scrivere al misterioso uomo  spacciandosi per un altra persona, una tale Bianca - il cui comportamento, privo di logica, non verrà mai spiegato-  e se ne innamora! Dice di non capire  nulla dell'amore, che ha avuto solo storie brevi e senza senso, ma le basta vedere la foto del profilo di whatsapp e scambiarsi qualche messaggio per innamorarsi di Marco. Il poveretto naturalmente non sa di aver sbagliato numero e inizia a confidarsi con Felicia, tra i due nasce un certo feeling - certo mica poteva mancare!- così Marco le propone di incontrarsi in un locale. Felicia si presenta con le amiche, intenzionata a dirgli la verità, e qui ho pensato che fosse rinsavita, invece no! Gli fa credere di essere una francese con origini italiane.  Da qui il delirio totale. Non capirò mai il perché delle sue azioni e sono rimasta abbastanza sconvolta durante la "notte di passione" (se così si vuol chiamare), ma non perché sono una puritana e repello le scene d'amore nei libri, anzi! Ho solo trovato molto stupido il suo modo di sedurlo.
Come se non bastasse, la protagonista litiga con tutti - amici, zii, genitori e chi più ne ha più ne metta- e viene sempre perdonata, in ogni occasione, qualsiasi cosa lei dica. Mi viene da pensare che sia "miracolata": se mi fossi comportata così, le mie amiche mi avrebbero lasciata sola. Ma penso che chiunque con un po' di sale in zucca se ne sarebbe andato!
Nonostante le enormi prese in giro da parte di Felicia ( un minuto è Bianca, il minuto dopo è francese e quello dopo ancora è Felicia.. ) Marco, dopo un breve incontro con Pietro, il quale che entrando nel suo studio fotografico gli racconta una strana storia sperando che perdoni la sorella, decide di mettere una bella pietra sopra a tutta la storia e fidanzarsi con Felicia. Io me ne sarei andata! Non solo lei ti prende per i fondelli dall'inizio alla fine ma  vogliamo metterci pure il fratello che sembra delirare quando incontra Marco? Perchè Pietro entra nello studio fotografico con la scusa di fare foto per il passaporto, in un giorno di chiusura, e ti racconto una storia delirante. Della serie: "non ti ho mai visto però so tutto di te e quindi perdona mia sorella".. ma che senso ha? Mancava solo il " e vissero felici e contenti" in stile C'era una volta.

Nonostante io ami i romance, i romanzi rosa ecc.. questo libro non mi è proprio piaciuto. Mi dispiace per le autrici ma la loro storia non mi ha colpito.
Vorrei precisare che questo è solo il mio modesto parere da lettrice e che, se volete, siete liberissimi di leggere il romanzo: chissà magari a voi piacerà! 
Se vi è piaciuto il romanzo fatemelo sapere nei commenti: sono sempre disponibile ad ascoltare pareri altrui.  



Voto complessivo




A presto, 
S.



 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS