Recensione: Red, Blue and Green (Trilogia delle Gemme) di Kerstin Gier

giovedì 22 settembre 2016

Red, Blue and Green: Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier 



Nuova recensione del blog! Questa settimana parliamo di Red Blue and Green, la trilogia delle gemme scritta da Kerstin Gier. Ho aspettato anni prima di leggere questa trilogia perché la trama non mi convinceva molto, ma mi sono dovuta ricredere!  Inutile dirlo anche questa volta è stato amore a prima pagina.  So che non è una nuova uscita, tuttavia volevo farvi conoscere il mio pensiero.



Andiamo per ordine:
 




       Titolo: RED
·                     Autore: Kerstin Gier
·                     Casa editrice: Corbaccio 
·                     Numero pagine: 336
·                     Lingua: italiana
·                     Da acquistare o no?  Certamente si!









Trama: 
Per l’amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all’altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l’aiuto dell’inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all’altezza del nome dei Montrose. E poi c’è Charlotte, sua cugina: rossa di capelli, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l’umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo... 







       Titolo: BLUE
·                     Autore: Kerstin Gier
·                     Casa editrice: Corbaccio 
·                     Numero pagine: 355
·                     Lingua: italiana
·                     Da acquistare o no?  Certamente si!










Trama: 

«Molto probabilmente il mio organismo aveva prodotto più adrenalina negli ultimi giorni che nei sedici anni precedenti. Erano successe così tante cose e avevo avuto così poco tempo per riflettere...» Gwendolyn ha tutte le ragioni di questo mondo per pensarla così. Ha appena scoperto di non essere una normale ragazza londinese, bensì una viaggiatrice nel tempo che i Guardiani - una setta segreta che ha sede nel dedalo di vie intorno a Temple Church - invia nelle epoche passate per prelevare una goccia di sangue dai dodici prescelti e completare il Cronografo, una missione da cui dipendono i destini dell'umanità. Peccato che la sua famiglia non l'avesse informata perché tutti erano convinti che la predestinata fosse l'odiosa cugina Charlotte e peccato che, di conseguenza, Gwen avesse trascorso gli ultimi sedici anni della propria vita a studiare (poco), giocare (molto), chiacchierare e divertirsi con le amiche come ogni ragazza. Mentre avrebbe dovuto imparare a tirare di scherma, ballare il minuetto, apprendere nozioni di storia universale e conversare in modo appropriato con l'aristocrazia del Settecento. Quasi tutto, nella sua nuova situazione, la infastidisce: essere sballottata avanti e indietro nei secoli, la supponenza mista a invidia della cugina Charlotte, la noia delle lezioni di ballo e portamento... Poche cose le piacciono: il piccolo doccione fantasma Xemerius, che solo lei, Gwen-rosso-rubino con la magia del corvo può vedere e, naturalmente, il suo compagno di viaggi nel tempo: Gideon, bello da morire, anche se è talmente imprevedibile con lei da farla impazzire dal desiderio e dalla rabbia insieme. Invece, senza alcun dubbio, Gwen sa di cosa avere paura: del conte di Saint Germain, il grande burattinaio che tiene le fila di tutto e che vuole completare al più presto il Cronografo, prima che i nemici glielo impediscano. Ma chi sono veramente i nemici? Perché Gwen non riesce a fidarsi di lui?



        Titolo: GREEN
·                     Autore: Kerstin Gier
·                     Casa editrice: Corbaccio 
·                     Numero pagine: 428
·                     Lingua: italiana
·                     Da acquistare o no?  Certamente si!









Trama: 
«Sono davvero contento di aver chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?» Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino. E poi, finché è sostenuta da amiche come Leslie e da piccoli gargoyle impiccioni e simpatici come Xemerius, la sua vita, oltre a essere piena di pericoli, può essere anche molto eccitante...

La mia recensione: 



Red, Blue e Green sono i titoli di una trilogia davvero magnifica.  Vorrei spendere qualche parola per descrivere le sensazioni che mi ha trasmesso la lettura e spero di riuscirci!
Devo dire che le copertine sono magnifiche, ok, non bisogna giudicare un libro dalla copertina... ma queste sono davvero belle!
I personaggi sono ben descritti e la parte storica è talmente ben curata da far venire voglia di vivere in quelle epoche.
Personalmente ho adorato i costumi di Gwen - e l'ho pure invidiata! Ho sempre sognato di indossare un costume d'epoca-  un po' meno quelli di Gideon perché mi sembravano troppo appariscenti. Leggendo "Red" mi sono subito immedesimata in Gwen, una dolce e gentile ragazza all'oscuro di tutto ma  sempre pronta ad aiutare il prossimo.  In questo primo libro vengono presentati i personaggi - Lady Arisa, Charlotte, Glenda, Leslie, Gideon, Il Conte, Lucy e Paul e tanti altri- e la situazione, mentre in "Blue" si entra quasi nel vivo dell'azione e si scoprono nuovi importanti indizi attraverso meravigliosi viaggi nel tempo. Se nel primo libro Charlotte, cugina di Gwen, non mi stava simpatica, in questo secondo volume l'ho detestata così come sua madre Glenda. Per non parlare del Conte: colui che tira li fili  dei suoi burattini. Ho amato molto i personaggi di Leslie, James ( il fantasma della scuola) e Madame Rossini. Per quanto riguarda Gideon, il suo è un personaggio che ho adorato a tratti, a causa dei suoi continui cambiamenti nei confronti di Gwen. Se vi state chiedendendo se è entrato a far parte dei book-boyfriend, la risposta è certamente si! Nonostante i suoi continui cambi di atteggiamento ha fatto innamorare pure me.
Dopo un primo libro introduttivo e un secondo avvincente arriviamo ad un terzo libro rivelatore: Green. In questo libro tutto avrà più senso - compreso il comportamento di Gideon- e vi piacerà moltissimo.
L'unica cosa che non mi è piaciuta di questa trilogia è il finale, l'ho trovato un po' troppo frettoloso personalmente avrei aggiunto un ulteriore capitolo. Mi è piaciuto l'epilogo con Lucy e Paul (riprendendo il prologo) ma avrei preferito anche qualche battuta tra Gwen e Gideon e sapere come hanno comunicato ciò che accaduto con il Conte al resto del "gruppo" se così vogliamo chiamarlo.
Nonostante ciò ho amato questa serie e ve la consiglio caldamente.


Le frasi che mi hanno colpito maggiormente : 

Gideon mi guardò sorridendo << Pronta?>> bisigliò.  << Quando vuoi>> risposi senza riflettere.
                                             
"Nessun cuore può essere spezzato, perché tutti sono fatti di marzapane" 

"Non si può fermare il tempo, ma per l'amore a volte il tempo si ferma da solo" 



Voto complessivo:💖💖💖💖



Voi cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti! 


A presto



S. 


 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS